• Commiato

    Quanto pesa l’anima?

    Quanto pesa l’anima non è una domanda che tutti si pongono. Prima di tutto bisogna presupporre che l’anima esista in secondo luogo che l’anima sia un qualcosa di tangibile e che di conseguenza abbia un peso. La teoria In passato l’esistenza dell’anima era assunto come dato di fatto. Alla fine dell’ottocento molti medici e ricercatori si adoperavano nel tentativo di dimostrare scientificamente l’esistenza dell’anima. Fra questi i il dottor Duncan MacDougall (1866-1920) che per anni ha tentato di pesarla. Perché pesarla? Semplicemente perché se avesse dimostrato che l’anima aveva un peso automaticamente ne avrebbe dimostrato l’esistenza. La prova Ma come si può misurare qualcosa di cui non si è neppure…

  • Commiato

    Cremazioni Balinese, una festa di addio

    I Balinesi considerano la cremazione dei defunti una festa e un’occasione per ostentare il loro stato sociale. Sembra strano ma è nelle loro cerimonie di cremazioni che i Balinesi ritrovano il loro più grande divertimento. Nel 2008 l’Isola di Bali si è tenuta una delle cremazioni più lussuose. Agung Suyasa, capo della famiglia reale, è stato bruciato insieme ad altri 68 cittadini comuni. Migliaia di volontari si sono riuniti per realizzare una piattaforma di bambù gigante, raffiguranti un toro e un drago. Al termine di una lunga processione il toro con il corpo del reale al suo interno, è stato dato alle fiamme, con il drago che fungeva da testimone.…

  • funerale
    Commiato

    Detrazione delle spese Funebri

    Vediamo nel dettaglio la detrazione delle spese funebri in 5 passaggi, cosa e come detrarre: La perdita di una persona cara è un evento drammatico che sconvolge la nostra esistenza. In un momento così difficile dove avremmo bisogno di fermare il tempo per ascoltare cosa ci sta succedendo, siamo chiamati a gestire una questione pratica ed urgente, il funerale. Una volta scelta l’impresa funebre veniamo accompagnati con grande tatto a definire gli aspetti legati alla cerimonia di commiato. Le scelte fatte andranno a determinare il costo del funerale, in altre parole, le spese funebri. Gli importi spesso sono importanti ma c’è la possibilità di accedere ad un rimborso. Vediamo come…

  • foto post mortem
    Commiato

    Fotografia post mortem

    Origine e scopi delle foto post mortem La fotografia post mortem è una pratica che inizia a diffondersi in epoca Vittoriana, in città come Londra dove il tasso di mortalità infantile era assai alto. I genitori pur di avere un ricordo dei neonati da poco perduti, si rifacevano a questa pratica. In seguito questa moda si è estesa a tutti i defunti, non solo ai neonati. Il fenomeno potrebbe essere più complesso di quanto ci si aspetterebbe. Non si spiega, infatti, perché esistono foto post mortem di soggetti già ritratti abbondantemente quando erano in vita. Si suppone le fotografie rappresentino una sorta di mummificazione visiva del defunto. L’invenzione delle foto…

  • Commiato

    Perché la morte ha la falce?

    L’immagine che tutti abbiamo della morte è quella di uno scheletro incappucciato con la falce. Perché la morte viene rappresentata da tempi immemori in questo modo? Dopo la peste All’incirca nel 1400 si è diffusa l’iconografia della Morte come essere scheletrico, avvolto in un manto nero con cappuccio che brandisce una falce con cui miete le sue vittime. Da qui il nome di triste o cupo mietitore. La falce è lo strumento con cui la morte recide la vita, come il contadino recide il grano maturo. Possiamo dunque assumere la falce come simbolo di imparzialità e dell’uguaglianza tra gli uomini. Quando il contadino miete il grano è per raccoglierlo e trarne beneficio. Alla stessa…

  • Ci sono 5 tipi di morte
    Commiato

    Ci sono 5 tipi di morte

    Spesso si pensa alla morte come ad un unico evento repentino e irreversibile. In effetti questo è un modo per descrivere la morte ma non l’unico. La tradizione indiana ci insegna che ci sono 5 tipi di morte: La morte sociale. Consiste nella perdita del ruolo sociale di una persona. Tipicamente interessa le persone depresse, i malati gravi o gli anziani. Questi volontariamente o per effetto dell’atteggiamento altrui si trovano a vivere in solitudine, l’isolamento produce estraneità alla vita relazionale. La morte psichica. Solitamente segue cronologicamente quella sociale e si concretizza nell’incapacità di partecipare emotivamente a quanto accade. Fase che interessa molti malati terminali. Si tratta di una forma di…