Benvenuto

Il fiocco nascita, una tradizione antica…

Una delle prime cose che i neo genitori fanno per dare il benvenuto al loro bambino è proprio quella di esporre il fiocco nascita all’ingresso della propria casa. In Italia sono poche le coppie che si sottraggono a questa tradizione dall’antica origine.

Nella cultura moderna chi appende il fiocco nascita annuncia l’arrivo di un bambino in famiglia e nello stesso tempo questa usanza esprime la felicità e la gioia per il lieto evento.

Il fiocco nascita vanta però una tradizione antica, presente già nelle culture indoeuropea e cinese dove viene considerato un simbolo di vitalità, una sorta di amuleto che ha lo scopo di proteggere i neonati dalle forze del male.

I simboli della tradizione

Il colore blu si usava per rievocare il colore del cielo. Il blu scuro richiamava le divinità per richiedere protezione per i figli maschi ritenuti più importanti.

Il colore rosa scuro si usava per le bambine in questo caso per ricordare il sangue mestruale e quindi la femminilità. Le donne al tempo non erano ritenute degne di protezione.

Il fiocco o nodo simboleggiava una metafora, il legame di due entità, l’unione d’amore dalla quale ha origine qualcosa di totalmente nuovo.

Oggi, al fiocco nascita rimane ben poco di questa antica tradizione. I colori seguendo la “moda” da blu e rosa scuro nel corso del tempo sono diventati celeste e rosa tenue. La forma del fiocco invece ha lasciato sempre più spazio alla fantasia.

Un altro paese che richiama questa tradizione è l’Inghilterra dove una coccarda colorata esposta sulla porta di casa annuncia la nascita di un bambino a cui la comunità dà il benvenuto “welcome baby”

Si ringrazia per la foto TheOtherKev

Alessandra Schievano – Celebrante cerimonie Laiche per la provincia di Vicenza

Condividi:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *